Archivi categoria: Padre.

Padre- preghiera diPadre Emiliano Tardiff

Padre di amore, ti benedico ti lodo e ti ringrazio perché per amore ci hai dato Gesù.
Grazie Padre, perché alla luce del tuo Spirito comprendiamo che Lui è la luce, la verità,
il Buon Pastore, che è venuto perché noi abbiamo la vita e l’abbiamo in abbondanza.

Oggi, Padre, mi voglio presentare davanti a te come tuo figlio.

Tu mi conosci per nome. Volgi i tuoi occhi di Padre amoroso sulla mia vita.

Tu conosci il mio cuore e le ferite della mia vita. Tu conosci tutto quello che avrei
 voluto fare e che non ho fatto; quello che ho compiuto io e il male che mi hanno fatto gli altri.
Tu conosci i miei limiti, i miei errori e il mio peccato. Conosci i traumi e i complessi della mia vita.

Oggi, Padre, ti chiedo, per l’amore verso il tuo figlio Gesù Cristo, di effondere sopra di me
il tuo Santo Spirito, perché il calore del tuo amore salvifico penetri nel più intimo del mio cuore.
Tu che sani i cuori affranti e fasci le ferite, guarisci qui ed ora la mia anima, la mia mente,
la mia memoria e tutto il mio spirito. Entra in me, Signore Gesù, come entrasti in quella casa,
dove stavano i tuoi discepoli pieni di paura. Tu apparisti in mezzo a loro e dicesti: “Pace a voi”.

Entra nel mio cuore e donami la pace; riempimi d’amore. Noi sappiamo che l’amore scaccia il timore.
Passa nella mia vita e guarisci il mio cuore. Sappiamo, Signore Gesù, che tu lo fai sempre,
quando te lo chiediamo; ed io lo sto chiedendo con Maria, nostra Madre, che era alle nozze di Cana
quando non c’era più vino e tu rispondesti al suo desiderio cambiando l’acqua in vino.

Cambia il mio cuore e dammi un cuore generoso un cuore affabile, pieno di bontà, un cuore nuovo.
Fa spuntare in me i frutti della tua presenza. Donami i frutti del tuo Spirito che sono amore, pace e gioia.
Che scenda su di me lo spirito delle beatitudini, perché possa gustare e cercare Dio ogni giorno,
vivendo senza complessi e senza traumi insieme agli altri, alla mia famiglia, ai miei fratelli.

Ti rendo grazie, o Padre, per quello che oggi stai compiendo nella mia vita.
Ti ringrazio con tutto il cuore, perché mi guarisci, perché mi liberi, perché spezzi le mie catene
e mi doni la libertà.
Grazie, Signore Gesù, perché sono tempio del tuo Spirito e questo tempio
non si può distruggere, perché è la casa di Dio. Ti ringrazio, Spirito Santo, per la fede,
per l’amore che hai messo nel mio cuore.

Come sei grande, Signore, Dio Trino ed Uno!

Che Tu sia benedetto e lodato, o Signore!

AMEN.

Padre Emiliano Tardiff

Caro Dio Padre …

Caro Dio Padre,
Dio! Padre! Padre! …che bel nome!…
Caro Dio Padre! …Fammi guarire presto perché Domenica
possa ricevere il sacramento della confessione.
Caro Dio Padre mi piace tanto questo nome,
perché vuol dire padre di tutto il mondo.
Tu che sei il creatore… manda lo Spirito Santo su tutti noi.
Caro Dio Padre io Ti voglio molto molto bene.
Caro Dio Padre benedici tutto il mondo
prima di tutto i miei genitori e la mia sorellina
e poi tutti gli altri e mandali tutti in Paradiso
salva molte anime perché vengano in Paradiso a glorificarti.
Caro Dio Padre!… prima di tutto benedici la Chiesa
e il Clero e poi tutta la società della Chiesa.
Caro Dio Padre dì a Gesù che io sono molto contenta
di riceverlo e spero che sarà contento anche Lui.
Caro Dio Padre tanti saluti e baci dalla Tua figlia.



Antonietta Meo (Nennolina)


(Lettera 72 del 22 novembre 1936)



__,_._,___

Buonanotte, Papà!

Buonanotte, Papà! Ho messo le mie mani nelle tue.
Il sonno, attraversa la notte breve.
Soffia appena, sulla bolla errante dei miei sogni
perché mi porti le rose del domani.

Buonanotte, Papà! Le tue dita hanno accarezzato le mie palpebre.
Il sonno, se ne viene a passi leggeri,
e verso mezzanotte spadroneggeranno i pericoli.
Io mi addormenterò senza paura, salmodiando le mie preghiere.
So che te ne stai seduto al capezzale del mio letto,
e se una qualche vertigine spaventa la mia anima,
tu mi prendi tra le braccia, come fa una mamma
col suo bambino, nel suo letto, dopo un brutto sogno.
Non sono un santo, o mio Dio, perché tu vegli
cullandomi tra le braccia per scacciare i miei brividi.
Non sono che un bambino, ho solo le mie cantilene
e non valgo certo più di un uccellino con le sue piume.
E non so perché mi ami… Ogni sentiero
mi porta a te, ma senza lotte, senza scosse.
Il sonno, scivola sulla notte dolce…
Buonanotte, Papà!
Accogli la mia anima tra le tue mani.

(Marie Noel, liberamente tradotta)

Parafrasi del Padre nostro

Padre nostro,
mio e di ogni uomo,
non ti vediamo
ma ti sentiamo presente
accanto a noi.
Fa’ che la nostra vita
manifesti la tua bontà.

Venga il tuo regno in mezzo a noi
nella libertà e nell’amore,
nella fraternità e nel diritto,
nella giustizia e nella verità.

Aiutaci a compiere la tua volontà
come il Figlio tuo Gesù,
l’ha realizzata.

Dacci ogni giorno il pane
di cui abbiamo vero bisogno.

Perdona i nostri lamenti
e i peccati che nel mondo
offendono la tua bontà.
Dacci la forza di perdonare.

Non lasciarci soli nella prova,
ma liberaci dal male
che minaccia la vita
soprattutto dei piccoli,
dei poveri,
e che sale dal profondo
di noi stessi.

(fonte non specificata)

COSI’ IL PADRE CI AMA

Il Padre ci vede e ci conosce tutti, uno ad uno.
Chiunque tu sia Egli ti vede individualmente
Egli ti chiama con il tuo nome
Egli ti comprende quale realmente ti ha fatto
Egli conosce ciò che è in te, tutti i tuoi sentimenti
E pensieri più intimi, le tue disposizioni e preferenze
La tua forza e la tua debolezza.
Egli ti guarda nel giorno della gioia e nel giorno
Della tristezza, ti ama nella speranza e nella tua tentazione
S'interessa di tutte le tue ansietà, di tutti i tuoi ricordi,
di tutti gli alti e bassi del tuo spirito.
Egli ha perfino contato i capelli del tuo capo e misurato
La tua statura,ti circonda e ti sostiene con le sue braccia
ti solleva e ti depone.
Egli osserva i tratti del tuo volto, quando piangi e sorridi
Quando sei malato o godi buona salute.
Con tenerezza Egli guarda le tue mani e i tuoi piedi
Sente la tua voce,il battito del tuo cuore,ode perfino
Il tuo respiro,tu non ami te stesso più di quanto Egli ti ama.
Tu non puoi fremere dinanzi al dolore,
come Egli freme vedendolo venire sopra di te,
e se tuttavia Te lo impone è perché anche tu se fossi saggio
Lo sceglieresti per un maggior bene futuro

                                                                                                    
     

(Cardinale Newman)

>Preghiera di Lode e Ringraziamento

>

 

Onnipotente, santissimo, altissimo, sommo Dio,
Padre santo e giusto,
Signore Re del cielo e della terra,
ti rendiamo grazie per il fatto stesso che tu esisti,
ed anche perché con un gesto della tua volontà,
per l’unico tuo Figlio e nello Spirito Santo,
hai creato tutte le cose visibili ed invisibili
e noi, fatti a tua immagine e somiglianza,
avevi destinato a vivere felici in un paradiso
dal quale unicamente per colpa nostra
siano stati allontanati.

E ti rendiamo grazie, perché,
come per il Figlio tuo ci creasti,
così a causa del vero e santo amore
con il quale ci hai amati,
hai fatto nascere lo stesso vero Dio e vero uomo
dalla gloriosa sempre vergine beatissima santa Maria
e hai voluto che per mezzo della croce,
del sangue e della morte di lui
noi fossimo liberati dalla schiavitù del peccato.

E ti rendiamo grazie, perché
lo stesso tuo Figlio ritornerà nella gloria
della sua maestà,
per mandare nel fuoco eterno
gli empi che non fecero penitenza
e non vollero conoscere il tuo amore
e per dire a quelli che ti conobbero,
adorarono, servirono
e si pentirono dei loro peccati.
Venite Benedetti del Padre mio:
entrate in possesso del regno
che è stato preparato per voi,
fin dalla creazione del mondo! (Mt. 25, 34).

E poiché noi, miseri e peccatori,
non siamo nemmeno degni di nominarti
ti preghiamo e ti supplichiamo,
perché il Signore nostro Gesù Cristo,
il Figlio che tu ami
e che a te basta sempre e in tutto,
per il quale hai concesso a noi cose così grandi,
insieme con lo Spirito Santo Paraclito,
ti renda grazie per ogni cosa
in modo degno e a te gradito.

E umilmente preghiamo in nome del tuo amore
la beatissima Maria sempre vergine,
i beati Michele, Gabriele, Raffaele
e tutti gli angeli,
i beati Giovanni Battista e Giovanni evangelista,
Pietro e Paolo,
i beati patriarchi, profeti, innocenti,
apostoli, evangelisti, discepoli,
martiri, confessori, vergini,
i beati Elia ed Enoc,
e tutti i santi che furono, che sono e che saranno,
perché, come essi possono fare,
rendano grazie a te,
per tutto il bene che ci hai fatto,
o sommo Dio, eterno e vivo,
con il Figlio tuo diletto,
Signore nostro Gesù Cristo
e con lo Spirito Paraclito
nei secoli dei secoli.
Amen.

>Preghiera al Padre.

>

Padre,
io credo che tu mi hai amato da sempre,
da prima che i miei genitori mi concepissero.


Credo Che tu hai voluto la mia vita,
che l’hai pensata e desiderata
così come essa si è svolta.

Credo che, misteriosamente,
mi hai accompagnato in ogni momento,
anche in quello che mi è sembrato più brutto.

Credo che, con la tua pazienza infinita,
hai sempre lasciato
che io muovessi liberamente i miei passi,
anche se apparentemente portavano lontano da te.

Credo che in Gesù Cristo mi sei venuto
e, sempre di più, mi vieni incontro ogni giorno e
mi riveli il tuo Amore infinito per la mia vita
e per quella di tutti gli altri tuoi figli
in questo mondo.

Per questo credo che tutto ti è possibile
e sono sicuro che posso abbandonarmi alla gioia
perché la mia vita è nelle tue mani. 

Signore trasforma la mia vita, rendimi simile a te nell’amore,
veglia su di me e su tutti i miei cari te ne prego!
DIO CI BENEDICA TUTTI AMEN
(Dal web)