Archivi categoria: Madre Teresa

E’ Natale – Madre Teresa di Calcutta

E’ Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.

E’ Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.

E’ Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.

E’ Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.

E’ Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.

E’ Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri



Annunci

5- Settembre – Beata Teresa di Calcutta (Agnes Gonxha Bojaxiu) Fondatrice

Un miracolo col sigillo di Maria

La preghiera del Memorare era una delle devozioni predilette da Madre Teresa.

Attribuita a San Bernardo di Chiaravalle, risale al XII secolo: per chi la recita

devotamente, il ‘Manuale delle Indulgenze’ prevede l’indulgenza parziale.
Madre Teresa era solita recitarla per nove volte di seguito, in ogni circostanza
nella quale aveva bisogno di aiuto soprannaturale.Memorare (Orazione di S. Bernardo)



Ricordati, o piissima Vergine Maria, non essersi mai udito al mondo

che qualcuno abbia ricorso al tuo patrocinio, implorato il tuo aiuto,
chiesto la tua protezione e sia stato abbandonato.
Animato da tale confidenza a te ricorro, o Madre, o Vergine delle Vergini;
a te vengo, e, peccatore contrito, innanzi a te mi prostro.
Non volere, o Madre del Verbo, disprezzare le mie preghiere,
ma ascoltami propizia ed esaudiscimi. Amen.


Preghiera della pace

Preghiera della pace

Conducimi dalla morte alla vita,
dalla menzogna alla verità,
Conducimi dalla disperazione alla speranza,
dalla paura alla verità.
Conducimi dall’odio all’amore,
dalla guerra alla pace.
Fa’ sì che la pace riempia i nostri cuori,
il nostro mondo, il nostro universo.
Pace, Pace, Pace.
(Madre Teresa di Calcutta)

Passione e risurrezione

 
 
Ricordate che la Passione di Cristo
termina sempre nella gioia della Risurrezione,
così, quando sentite nel vostro cuore la sofferenza di Cristo,
ricordate che deve venire la Resurrezione,
che deve sorgere la gioia della Pasqua.
Non lasciatevi mai invadere in tal maniera dal dolore
da dimenticare la gioia di Cristo Risorto.
 
(Madre Teresa di Calcutta, Le mie Preghiere)
 

TU MIA LUCE

 

TU MIA LUCE

Affinché coloro che mi guardano
non vedano la mia persona,
ma Te in me.
Rimani con me.
Così risplenderò del Tuo splendore
e potrò essere luce per gli altri.
La mia luce verrà da Te solo, Gesù,
non sarà mio nemmeno un piccolo raggio.
Sei Tu che illuminerai gli altri attraverso di me.
Ispirami la lode che Ti è più gradita,
illuminando gli altri attorno a me.
Che io Ti annunci
non con le parole ma con l’esempio,
con la testimonianza dei miei atti,
con lo scatto visibile dell’amore
che il mio cuore riceve da Te.
Amen
Madre Teresa di Calcutta

In un momento di onestà

Signore, quando credo che il mio cuore sia straripante d’amore e mi accorgo, in un momento di onestà, di amare me stesso nella persona amata, liberami da me stesso.

Signore, quando credo di aver dato tutto quello che ho da dare e mi accorgo, in un momento di onestà, che sono io a ricevere, liberami da me stesso.

Signore, quando mi sono convinto di essere povero e mi accorgo, in un momento di onestà, di essere ricco di orgoglio e di invidia, liberami da me stesso.

E, Signore, quando il regno dei cieli si confonde falsamente con i regni di questo mondo, fa’ che io trovi felicità e conforto solo in Te.

(Madre Teresa di Calcutta)