Archivi categoria: Liberazione e guarigione

Le tentazioni e le opere del Diavolo



Permesso di Dio

Niente, proprio niente succede casualmente nel mondo o nella vita di ciascuno di noi o, per meglio dire, senza il permesso di Dio. Lui sorveglia tutto: “Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà” (Lc 21, 18). Siccome ci ha dato la libertà, permette il male ma non lo desidera mai. Una volta lasciato che accada, cercherà di mutarlo in bene. Il Signore acconsente a Satana di insidiarci e di tormentarci, ma ci dà sempre tutte le grazie per poterglisi opporre. Nella Sacra Scrittura leggiamo: “Se vuoi, osserverai i comandamenti; l’essere fedele dipenderà dal tuo buonvolere” (Sir 15, 15). In questa maniera ci aiuta a cogliere per noi stessi la grazia, a fortificarci nell’umiltà, nella pazienza, nell’esercizio spirituale…
Nella vita di alcuni Dio permette l’opera del Maligno per ottenere la loro crescita spirituale. Distrugge lo scopo del Demonio per realizzare il proprio. Lo possiamo vedere in alcune persone carismatiche alle quali dà i doni (carismi) permettendo che capitino loro sventure e croci. Un uomo del nostro tempo, padre Pio, recentemente beatificato dal Santo Padre Giovanni Paolo II, sopportò dolori lancinanti portando le stigmate per cinquant’anni, come il nostro Signore Gesù Cristo. Ma a nessuno era mai venuto in mente di pregare perché gli fossero tolte. Si trattava di un’opera straordinaria di Dio che mirava a qualcosa di eccezionale. Ovviamente Satana non aveva alcun interesse che padre Pio portasse le stigmate (anche se può succedere che provochi fenomeni del genere per sedurre le anime con i falsi mistici).

L’esempio biblico di Giobbe ci fa vedere una persona sofferente, abbattuta da tantissime pene e sventure e infine dalla malattia. Qualche volta Dio acconsente il male per trasformarlo nel bene. Prove come queste non sono ancora mali in sé. Sopra le righe storte Dio scrive diritto. Se l’uomo confida in Lui, tutto il male gli sarà convertito in bene.
Radicarsi nel peccato

A scopo dimostrativo prendiamo il modello di Giuda dalla Scrittura che, sordo agli inviti di Cristo, continuava a radicarsi nel peccato e finì col suicidarsi.
Vediamo quell’incancrenirsi nel male come le perversioni sessuali oggi in aumento, la violenza, l’alcool, gli stupefacenti, l’odio, la bestemmia, gli aborti, l’infedeltà coniugale che provoca il divorzio e di conseguenza le sofferenze dei tanti coinvolti.
Sofferenze causate dai malefici

In questo caso l’individuo non ha nessuna colpa. Commette il misfatto chi fa un maleficio o ordina che venga fatto. Questo campo scivoloso dove nascono gli inganni richiede cautela per i possibili imbrogli, perversioni, suggestioni. Esistono dei modi per fare del male ad una persona tramite l’azione del Demonio con diversi riti, come la cosiddetta legatura, il malocchio, la maledizione… Il fatto che ci siano ecclesiastici che non credono nei malefici è inconcepibile. Come potranno allora combattere per i loro fedeli colpiti da mali di questo tipo?
Alcuni si domandano perché Dio permette che succedano cose del genere. L’uomo usa la sua libertà per il bene quanto per il male. Può aiutare e altrettanto far del male agli altri, spesso in maniera ingiusta e violenta. È persino in grado di pagare un assassino per uccidere qualcuno. Ugualmente, può corrompere un fattucchiere o un mago per combinare il maleficio ad una persona. Il Signore nel suo infinito amore desidera salvare ogni sua creatura. Nella sua bontà sollecita ognuno ad amare, perdonare e gioire per la felicità degli altri. Ma il Maligno non riposa mai. Insidia la mente umana con idee di superiorità, pensieri di vendetta e d’odio. E che cosa avviene? Accade che l’uomo che ha smesso di pregare, non vivendo più la sua intimità con Dio, non essendo in grazia, solo, abbandonato a se stesso, non ha più la forza di affrontare il Demonio. Il Male lo vince ed egli comincia a fare ciò che il Signore non vuole. Dio invece cerca di convertirlo.
Dobbiamo sapere che in tutto Dio rispetta le decisioni dell’uomo. L’ha creato libero e gli lascia fino all’ultimo la sua libertà. Desidera che i suoi figli tornino liberamente al Creatore.
In quel senso possiamo dire che Dio acconsente il male ma non abbandona l’uomo senza il suo aiuto, dandogli la forza di combattere il Diavolo.

No al satanismo! – "Charlie Charlie Challenge" :PROPAGANDA GLOBALE ALLO SPIRITISMO ,PRESENTATO COME INNOCUO GIOCHINO.

“Charlie Charlie Challenge” :PROPAGANDA GLOBALE ALLO SPIRITISMO ,PRESENTATO COME INNOCUO GIOCHINO-GENITORI ,STATE ATTENTI AI VOSTRI FIGLI : NON SI PUO’ ‘GIOCARE’ SENZA DANNI CON L’OCCULTISMO E CON I DEMONI

Si chiama “Charlie Charlie challenge” (La sfida del Charlie Charlie) ,è diventata la nuova moda tra i giovani di tutto il mondo, un fenomeno di seduta spiritica globale, che da qualche giorno si sta espandendo, ora dopo ora, attraverso i social media,è l’evocazione del demone Charlie :UNA PSICOSI DI MASSA,che sta causando la preoccupazione di molti genitori, dato che molti bambini e adolescenti curiosi che vi hanno partecipato finiscono per stare male,avere disturbi nel sonno ,attacchi di ansia o nel peggiore dei casi essere vessati o ossessionati da demoni, come è stato testimoniato da alcuni genitori che hanno riscontrato segni di profonde graffiature ,venute dal nulla,sul corpo dei loro figli e un numero infinito di eventi inquietanti ,anche nelle case e nelle scuole dove i bambini ,di 8 o 9 anni,si sono messi ad evocare il demone Charlie,perchè lo hanno visto fare nei video di youtube…


LA STAMPA DIFFONDE IL VELENO ,ne parla come si trattasse di un simpatico passatempo, contribuendo così all’indottrinamento di massa dei giovani allo spiritismo…


NOTIZIE COME QUESTE SONO GHIOTTE PER I MEDIA,A CUI NON INTERESSA LA VERA SALUTE PSICOFISICA DEI RAGAZZI E PENSANO SOLO ALLA PROPRIA PUBBLICITA’ …


Questo falso ‘gioco’ presume che ‘lo spirito’ risponda alle domande sul futuro ,facendo muovere da sole due matite posizionate su un quaderno su cui sono state scritte le parole ‘si’ e ‘no’,cioè le risposte….All’origine del fenomeno Charlie c’è il “Juego de las lapiceras” (lett. “Gioco delle penne “) già diffuso in Sud America e conosciuto come la tavola Ouija dei poveri.
Lo scopo del “gioco delle penne ” è lo stesso della tavola Ouija e delle sedute spiritiche dei medium (la pretesa illusoria di conoscere il futuro ottenendo risposte dall’aldilà) ed il rito è esattamente uguale, ma questa volta lo spirito evocato ha un nome proprio (Charlie) la cui provenienza, al momento, è misteriosa.


SOLO SCHERZI E SUGGESTIONE ? Nonostante qualcuno parli di forza di gravità, di movimenti dovuti al vento o di persone suggestionate , il fenomeno non sembra avere spiegazioni naturali: nella maggioranza dei casi ,le penne o matite si spostano all’evocazione del demone ,niente trucchi, niente vento, niente magneti sotto il tavolo, niente fili trasparenti nè effetti ottici; inoltre data l’enorme quantità di video amatoriali pubblicati da diverse parti del mondo è difficile pensare a un lavoro di editing digitale di alta qualità.
Il fenomeno di Charlie non è creato dalla capacità tecnologica di chi ha pubblicato il video ma l’unica spiegazione plausibile rimanda ad una vera e propria seduta spiritica con l’intervento di una entità spirituale, presente ma invisibile. E’ preoccupante l’ossessione che si sta creando nei più giovani ,che presi dalla ‘gara’ e dal ‘gioco’ ,ne vengono assuefatti e condizionati…
In ogni caso,che uno creda o no all’esistenza dei demoni ,giocare con l’occultismo e lo spiritismo è deleterio per la psiche ,degenera sempre in dipendenza patologica ….e devastazione spirituale.
Fonte http://catolicosalvatualma.blogspot.it/2015/05/alerta-juego-satanico-charlie-charlie.html

IL MONITO DEI SACERDOTI ESORCISTI E DEGLI PSICHIATRI
La diffusione del rito spiritista tra i giovani americani è allarmante: dal 24 maggio 2015 ,in 48 ore, l’hashtag (parola chiave di Twitter) charliecharliechallenge è stata utilizzata da più di due milioni di persone. E’ questa diffusione massiva che ha spinto il sacerdote Stephen McCarthy, cappellano del liceo cattolico SS. Neumann and Goretti Catholic High School in Filadelfia, a scrivere una LETTERA PER METTERE IN GUARDIA I SUOI ALUNNI da questo gioco “affatto innocente”:
“Sono venuto a sapere che circola un gioco molto pericoloso nei social media che incoraggia apertamente i giovani più sensibili a evocare demoni.Vorrei ricordare a tutti voi che non esiste modo di ‘giocare innocentemente coi demoni’.
Per favore abbiate cura di NON parteciparvi e di incoraggiare gli altri ad evitare di parteciparvi.
Capisco quanto possa tentare la curiosità, ma il problema di aprirsi all’attività dei demoni è che si sta aprendo una finestra di sul mondo dell’occultismo che non sarà facile da chiudere.
Se vorrete ‘sperimentare’ qualcosa convocando enti spirituali, posso raccomandarvi la Messa o il Rosario! Penso che, a lungo andare, troverete queste alternative più sicure e molto più gratificanti.
Grazie in anticipo per la vostra cooperazione su questa questione così importante.
Che Dio ci benedica e ci protegga con l’aiuto del nostro angelo custode!”

Più volte nei suoi numerosi libri e interviste, il sacerdote esorcista italiano Padre Gabriele Amorth ha messo seriamente in guardia i suoi lettori sulla serietà e pericolosità dei rituali di spiritismo, “una pratica in forte espansione”. Infatti, al contrario di quello che si potrebbe pensare, sono molti quelli che, mossi dalla semplice curiosità o dalla volontà di conoscere eventi passati o futuri, cercano il modo di evocare le anime dei defunti tramite medium o sedute spiritiche. Secondo Padre Amorth questo fenomeno è direttamente proporzionale alla crisi di fede e i rischi che si corrono sono di duplice natura;
oltre ai rischi di natura umana come i traumi psicologici (ansia, stress, apprensione, iper sensibilità alle realtà spirituali…)
si corrono dei grossi rischi di natura spirituale dovuti all’intervento del demonio: dai “disturbi malefici” alla vera e propria “possessione diabolica”.
Più volte Amorth ha denunciato la mancanza di una adeguata formazione in materia, anche da parte di sacerdoti e vescovi che hanno la responsabilità di istruire giovani sui pericoli di queste pratiche spiritiche invitandoli a considerare la serietà di questi fenomeni e, dunque, a non scherzare col fuoco!

Il noto esorcista spagnolo Jose Antonio Fortea ha avvertito i genitori che ‘la sfida di Charlie’ non è un gioco innocuo, perché comporta la pratica occulta di “invocare spiriti” e perché “alcuni di quelli che giocano saranno tormentati da spiriti.”
Alcune persone hanno già testimoniato eventi drammatici ,dopo la partecipazione all’evocazione di ‘Charlie’ ,avvertendo che il gioco può causare “gravi disturbi psichiatrici o tendenza all’autolesionismo e al suicidio”.

Padre Fortea afferma che coloro che praticano questo ‘apparente gioco’ di spiritismo ,possono incorrere anche nell’infestazione del luogo ,”perchè lo spirito evocato può rimanere nella casa. ”
Egli ha anche avvertito che la pratica occulta dello spiritismo ,anche se fatta per scherzo, “può rendere le persone coinvolte in una vera e propria dipendenza dallo spirito,in una comunicazione sempre più lunga e più frequente. E quelle persone possono subire conseguenze ancora peggiori dai demoni ,come la vessazione e possessione”.

Come ha ricordato lo psichiatra Valter Cascioli, portavoce ufficiale dell’Associazione Internazionale Esorcisti, le pratiche di occultismo “aprono la strada all’attività demoniaca straordinaria.
Certamente, il numero delle persone che si rivolgono a queste pratiche con gravi danni sociali, psicologici, spirituali e morali, è in costante aumento e questo ci preoccupa perché, di rimando, abbiamo anche un aumento dell’attività demoniaca straordinaria, in modo particolare vessazioni, ossessioni e soprattutto possessioni diaboliche.

I pericoli, continua lo psichiatra sono spesso sottovalutati:
“Infatti occorre una maggiore vigilanza. Del resto, viviamo in un momento storico particolarmente critico, dove la fretta, la superficialità, l’individualismo esasperato, la secolarizzazione, sembrano quasi dominare la nostra società. La lotta contro il male e il maligno sta diventando sempre di più un’emergenza.
Questo chiaramente è dovuto, oltre che all’azione diretta del nemico di Dio, all’affievolirsi della fede, all’anomia, cioè alla mancanza di valori, e al relativismo culturale ormai dilagante.
Per altri versi, assistiamo al continuo proliferare di messaggi mediatici, libri, programmi televisivi, programmi cinematografici, che in qualche modo sulla scia del sensazionalismo e dello spettacolare incentivano, soprattutto le nuove generazioni, ad occuparsi dell’occultismo, del satanismo, e talvolta a praticarlo….
Sappiamo che colui che divide – il diavolo – non soltanto ci separa da Dio, ma separa le persone, le famiglie; separa inoltre anche dalla realtà, perché a volte abbiamo delle situazioni di alienazione, anche mentale, che sono secondarie all’attività demoniaca straordinaria”.
Fonte http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/messaggio-papa-francesco-associazione-internazionale-esorcisti.aspx

IPOTESI CHARLIE EBDO nella ‘ Charlie Charlie Challenge’-
Esclusa l’improbabile ipotesi che ‘Charlie’ sia un demone messicano : María Elena Navez corrispondente messicana della BBC ha smentito categoricamente il legame tra il Charlie e la mitologia messicana :il presunto demone,qualora fosse di origine messicana, si sarebbe chiamato con nomi aztechi o maya ,oppure col nome spagnolo Carlitos . L’origine del nome Charlie resta un mistero ancora non risolto oppure non svelato.
Certo, è perlomeno curioso che ritorni il nome che qualche mese fa era sulla bocca di tutti dopo gli attentati parigini del 7 gennaio 2015 alla sede del giornale satirico Charlie Hebdo.
La strage, costata la vita a dodici persone, ha ottenuto una risonanza mondiale senza paragoni anche grazie ai social networks che hanno aiutato alla diffusione del motto “Je suis Charlie” come gesto di solidarietà con le vittime dell’attentato; anche l’immagine della matita, simbolo della ‘libertà di espressione’ dei disegnatori satirici, (che ridicolizzavano tutte le religioni ,anche Gesù Cristo: l’insulto è istigazione all’odio ,non è mai libera espressione) è stata presa come icona di una campagna globale.
Ora è inquietante pensare il fatto che è proprio attraverso delle matite che uno spirito chiamato Charlie si manifesti in una ‘ catena globale’ ….MA NON C’E’ DA FARE SATIRA CON UN NOME CHE RICORDA UNA RECENTE TERRIBILE STRAGE E SOPRATTUTTO NON C’E’ DA SCHERZARE CON LO SPIRITISMO E CON TUTTE LE FORME DI MAGIA E OCCULTISMO.

-Chris-

GUARIRE DALLE EMOZIONI FERITE

GUARIRE DALLE EMOZIONI FERITE

“La nostra vita non è nata oggi, noi siamo l’insieme di tanti avvenimenti che sono successi nel nostro passato; e se noi oggi siamo quello che siamo è perchè abbiamo avuto tante esperienze.

Pensate, alcune esperienze che hanno inciso nella nostra vita risalgono alla nostra prima infanzia, o forse alla nostra nascita… 
Una mamma di famiglia venne da me e mi disse che in certi momenti di tensione si sentiva come soffocare e non capiva il perchè, le mancava l’aria! Terribile! Abbiamo pregato insieme e il Signore mi ha fatto capire nel cuore che lei aveva avuto un momento difficile durante la sua nascita, gliel’ ho chiesto e lei ha confermato, stava per morire soffocata.
 Questa esperienza ha segnato profondamente tutta la sua esistenza!! Abbiamo iniziato a pregare insieme e io gli ho detto: – immaginati il tuo parto, immaginati che stai per nascere e immaginati che ti prende Gesù e Maria. Lei si immagino che Gesù la prendeva proprio nel momento della sua nascita e dal quel momento la sua paura di perdere l’aria passò! Era una esperienza proprio legata alla sua nascita, a un momento particolare, fondamentale, speciale della sua vita. Vedete come la nostra vita è allora un intreccio delle esperienze passate; Dobbiamo capire ‘cosa ci sta sotto’ quando c’è una reazione non normale, in rapporto a un fatto normale! Forse, sotto, c’è stata una esperienza traumatica, una esperienza in cui abbiamo avvertito una grande sofferenza.

Dobbiamo allora permettere al Signore di guarire i nostri ricordi; il passato non si può cambiare, l’interpretazione sì! Questa è una scoperta STRAORDINARIA! Noi possiamo, col Signore, cambiare gli avvenimenti fondamentali del nostro passato, gli avvenimenti negativi. “
 P. Salvatore Tumino 

Quando vi radunate …spesso, le forze di Satana sono annientate



Procurate di riunirvi più frequentemente per il rendimento di grazie e per la lode a Dio. Quando vi radunate …spesso, le forze di Satana sono annientate e il male da lui prodotto viene distrutto nella concordia della vostra fede. Nulla è più prezioso della pace, che disarma ogni nemico terrestre e spirituale.
Nessuna di queste verità vi rimarrà nascosta se saranno perfetti la vostra fede e il vostro amore per Gesù Cristo. Queste due virtù sono il principio e il fine della vita: la fede è il principio, l’amore il fine. L’unione di tutte e due è Dio stesso, e le altre virtù che conducono l’uomo alla perfezione ne sono una conseguenza.

Chi professa la fede non commette il peccato e chi possiede l’amore non può odiare. «Dal frutto si conosce l’albero» (Mt 12, 33): così quelli che fanno professione di appartenere a Cristo si riconosceranno dalle loro opere. Ora non si tratta di fare una professione di fede a parole, ma di perseverare nella pratica della fede fino alla fine.

E’ meglio essere cristiano senza dirlo, che proclamarlo senza esserlo. E’ cosa buona insegnare, se chi parla pratica ciò che insegna. Uno solo è il maestro, il quale «parla e tutto è fatto» (Sal 32, 9), e anche le opere che egli fece nel silenzio sono degne del Padre. Chi possiede veramente la parola di Gesù è in grado di capire anche il suo silenzio e di giungere così alla perfezione. Egli con la sua parola opererà e con il suo silenzio si farà conoscere.

Nulla è nascosto al Signore; anche i nostri segreti sono davanti al suo sguardo. Facciamo dunque ogni cosa nella consapevolezza che egli abita in noi, perché possiamo essere suo tempio e perché egli in noi sia il nostro Dio. Così è di fatto e lo vedremo con i nostri occhi se giustamente lo amiamo.

Non illudetevi, fratelli miei; coloro che corrompono le famiglie non erediteranno il regno di Dio (cfr. 1 Cor 6, 9-10). Se coloro che così fecero secondo la carne furono puniti con la morte, quanto più non dovrà essere punito colui che con perversa dottrina corrompe la fede divina, per la quale Gesù Cristo è stato crocifisso? Un uomo macchiatosi di un tale delitto andrà nel fuoco inestinguibile, e così pure chi lo ascolta.

Il Signore ha ricevuto sul suo corpo un’unzione preziosa, perché si diffondesse nella sua Chiesa il profumo dell’immortalità. Guardatevi dunque dalle pestifere esalazioni del principe di questo mondo, cioè dai suoi errori, perché non vi trascini in schiavitù, lontano dalla vita che vi aspetta. Perché non diventiamo tutti saggi, ricevendo la conoscenza di Dio, che è Gesù Cristo? Perché corriamo stoltamente alla rovina, per l’ignoranza del dono che il Signore ci ha benignamente concesso?
Il mio spirito non è che un nulla, ma è associato alla croce, la quale se è scandalo per gli increduli, per noi invece è salvezza e virtù eterna (cfr. 1 Cor 1, 20-23).

(Dalla «Lettera agli Efesini» di sant’Ignazio di Antiochia, vescovo e martire)

L’attività dei demoni e degli spiriti maligni nella vita quotidiana di ogni persona

Molti dei problemi per i quali si incolpano fattori fisici, ormonali, psicologici e ambientali, sono in realtà l’opera di spiriti maligni, ossia demoni e anime dannate.
Lo stratagemma chiave di queste presenze del male è mimetizzarsi, esse effettuano la loro costante opera in modo tale da far pensare agli uomini che la devastazione che causano ai singoli individui non sia altro che lo svolgimento naturale della vita.
E’ solo per mezzo di un esame accurato e del discernimento spirituale che si possono snidare le presenze demoniache dal loro nascondiglio “naturale”.
Per afferrare meglio come operano i demoni e gli spiriti maligni nella vita di tutti i giorni con ogni persona sia cristiana, sia atea procediamo in 2 stadi di attività.
La Tentazione:
La tentazione demoniaca può avere luogo a vari livelli. Il livello più elementare è l’allettamento improvviso e di una sola volta, che eventualmente passa, o perchè si resiste con successo, o perchè si cede.
A livello più profondo la tentazione satanica può risultare come soggezione al peccato che esercita su di una persona una forma di tirannia invincibile e totale. La tentazione demoniaca si estende da avvenimenti semplici, quotidiani ad espressioni e pensieri bizzarri e comprende tutto: dalle piccole bugie di poca importanza all’assasinio e all’adulterio.
Lo scopo principale della tentazione demoniaca è di sedurre gli uomini al peccato e di tenerli disattenti nei confronti del pericolo spirituale. Come le truppe d’assalto militari, gli spiriti maligni fanno veloci incursioni nelle aree vulnerabili della vita, cercando l’occasione per utilizzare le debolezze degli uomini a loro proprio vantaggio; sanno come presentare la “giusta” tentazione, fatta a misura di ogni persona e riescono ad entrare nella vita delle persone sotto l’apparenza di debolezza della carne.
Gli spiriti maligni cercano i punti deboli di tipo spirituale, fisico, emozionale e mentale e vegliando attentamente su queste aree, aspettano l’occasione per colpire ed infliggere il maggior danno possibile, infatti molti stimoli che sembrano provenire da noi stessi allettati da un piacere di tipo sessuale o verso un qualsiasi atto verbale o fisico che crea uno stato di peccato, in realtà è l’opera spirituale dei demoni che ogni giorno, ogni momento, senza sosta, cercano di creare una separazione tra gli uomini e Dio.
Molto erroneamente si crede che solo i posseduti siano colpiti da Satana, dai demoni e dalle anime dannate, in realtà la presenza di questi spiriti maligni è costante nella vita di tutti i giorni per ogni persona di qualsiasi religione o totalmente atea.
Lo scopo di questi esseri spirituali malvagi e perversi è di portare le persone a vivere nel continuo peccato ben consapevoli a differenza degli uomini, del giudizio di Dio per ogni anima subito dopo morta e la loro costante attività mira a spingere subdolamente all’eterna dannazione delle persone.
Quindi quando si sente parlare di possessioni sataniche si pensa “non è capitato a me” ma la possessione è solo uno stadio avanzato dell’attività di Satana, dei demoni e delle anime dannate che a volte è permesso da Dio per la loro conversione e la stessa possessione nulla ha a che vedere con la dannazione perchè gli spiriti maligni possono possedere il corpo mai l’anima, quello che la stragrande maggioranza delle persone non sa o si rifiuta di credere è che queste presenze maligne invadono la vita e le scelte di ognuno di noi ogni giorno e solo una robusta fede vissuta vicino a Cristo ci tiene lontano dall’attuare quotidianamente atti contro Dio mascherati a noi stessi da semplici capricci.
Finchè le persone non prenderanno coscenza della gravità del peccato non capiranno come Satana e i demoni agiscono astutamente per portare gli uomini alla dannazione loro primario obbiettivo.
Quindi tutte le forme di possessione, vessazione, ossessione sono solo il culmine dell’attività satanica ma non precludono l’eterna salvezza dell’anima, mentre invece tutte le forme di tentazione quotidiana che non fanno scalpore e non fanno rumore sono ancor più pericolose perchè con i peccati ci attiriamo non la Misericordia di Dio ma la sua Giustizia e quindi l’eterna dannazione.
L’Opposizione:
La forma di tormento demoniaco che viene identificato come opposizione riguarda gli sforzi di Satana per impedire che accada qualcosa di bene. Il “bene” può essere qualunque cosa che ci metta in grado di essere più produttivi ed efficaci nella nostra vita cristiana.
Il bene può essere qualcosa di palesemente spirituale, come la predicazione del Vangelo e l’esercizio dei doni spirituali come semplici preghiere quotidiane, oppure il “bene” può essere qualcosa di più ordinario come i buoni rapporti con il prossimo.
Nella stessa maniera della tentazione e del peccato personale, l’influenza demoniaca non costituisce sempre la ragione per cui le cose vanno male. Ma quando questa è la causa, le cose non andranno bene finchè non affronteremo direttamente gli spiriti maligni, ad esempio gli spiriti maligni cercano spesso di mettere a soqquadro i momenti in cui i cristiani si riuniscono per pregare.
Gli spiriti maligni cercano anche di impedire alla gente di avere un rapporto e un progresso più approfondito con Dio.
Nelle preghiere di liberazione personali o nei gruppi dei Carismatici guidati spesso da sacerdoti esorcisti si usa fare il discernimento degli spiriti mentre per mezzo della preghiera li si caccia, tale discernimento è nominarli per nome uno per uno o i più importanti.
Molto utile è anche fare le preghiere di rinuncia ai singoli spiriti e questo aiuta a spezzare i legami che con i vari peccati  si sono contratti, per capirci oltre a Satana, ai demoni e alle anime dannate ci sono spiriti maligni specifici per vari peccati o stati d’animo, esempio lo spirito impuro, lo spirito di bestemmia, di odio, di rancore, di orgoglio, di ateismo, di vendetta, ma anche di paura, di depressione, di infermità.
Il discernimento degli spiriti è fondamentale per la liberazione personale o da parte dei responsabili dei gruppi di preghiera e la rinuncia ad essi porta un immediato sollievo e benessere psico-fisico da subito avvertito dalla persona che vi rinuncia.
E’ più facile fare la preghiera di liberazione se sappiamo in che modo gli spiriti maligni sono entrati.
Le tre vie principali per cui entrano sono:
Ferite emotive
Peccato
Attività occulte
1 – La maggior parte degli spiriti maligni si aggancia ad una persona attraverso ferite emozionali purulente quali quelle della paura, dell’ira, della colpa, del risentimento, che vengono lasciate dietro da profondi traumi emotivi.
Queste ferite emotive possono essere come porte aperte per l’attività degli spiriti maligni, a meno che non intervenga una guarigione interiore per mezzo dei Sacramenti (Confessione e Comunione), del Santo Rosario che è potentissimo per allontanare ogni spirito maligno, dell’Adorazione Eucaristica e delle preghiere di liberazione e di rinuncia.
La guarigione interiore, per mezzo di Gesù che ci ama e ci aiuta a perdonare coloro che ci hanno ferito, fa sì che le ferite guarite impediscano al maligno di tormentarci nuovamente in quelle aree.
Quando si tratta ad esempio di uno spirito d’ira, bisognerebbe trovare quale trauma emotivo profondo abbia causato questa reazione di ira e come Gesù voglia entrare nella scena di quella ferita, per aiutarci ad amare e a perdonare.
La strada della guarigione e della liberazione passa sempre attraverso il perdono, il perdono che noi riceviamo nella Confessione e le preghiere di perdono verso coloro che ci hanno fatto del male.
Ricorrere a Gesù guarisce queste sensazioni dolorose, la ferita viene guarita, e lo spirito maligno che sfruttava questa ferita, è costretto ad andarsene. La guarigione della ferita chiude così la porta ed impedisce il ritorno dello spirito immondo.
2 – La seconda porta che invita gli spiriti maligni ad entrare si chiama “peccato”.
Ad esempio, se noi mentiamo in continuazione, perdiamo la forza di volontà di dire la verità, e questo permette un successivo attacco da parte di uno spirito di menzogna. Se viviamo in condizioni di masturbazione e lussuria continuata, siamo esposti all’attacco di spiriti di impurità; se commettiamo adulterio, siamo esposti all’attacco di spiriti di adulterio, ancora peggio!
Sono situazioni di peccato continuate, che sono diverse dal peccato in cui uno inciampa una volta, e poi è così pentito che si guarda dal rifarlo.
3 – Accanto alle ferite emotive e al peccato c’è un’altra porta che invita gli spiriti maligni ad entrare, e questa porta è l’attività occulta.
Per attività occulta si intende la ricerca di potere o di guida, da fonti che si oppongono a Gesù Cristo, come le sedute spiritiche, il piattino, la meditazione trascendentale, la divinazione per mezzo delle carte, dei fondi di caffè o l’uso del pendolino, fino alla vera e propria magia.
Abbiamo avuto parecchi casi di persone le cui madri frequentavano i maghi e che stavano male. Si sono liberati quando si sono messi davanti a Gesù Eucarestia a fare la rinuncia in questi termini: “Nel nome di Gesù Cristo io rinuncio ad ogni legame occulto con mia madre”. Dopo aver fatto questa rinuncia per varie volte, sono riuscite ad eliminare il legame che veniva dalla generazione precedente.
Può anche succedere di rimanere vittima di una maledizione, di una fattura o di un legame occulto, invocato su di noi dalla strega o dallo stregone.
Noi possiamo spezzare la schiavitù che ci lega all’occultismo, in 2 fasi successive.
1 – Nella prima bisogna guarire ogni ferita che può averci spinto a cercare il potere occulto, quindi nuovamente con le preghiere di rinuncia a ogni singola pratica magica e peccato chiamandolo nella preghiera di rinuncia con il nome stesso con cui abbiamo contratto la colpa ad esempio:
“Rinuncio in Nome di Gesù Cristo mio unico Dio ad ogni legame diretto e indiretto con ogni spirito maligno di magia, spiritismo, divinazione, cartomanzia, superstizione, ecc.”.
Poi fare anche preghiere di rinuncia agli spiriti maligni dei peccati nei quali cadiamo più spesso, ad esempio:
“Rinuncio in Nome di Gesù Cristo mio unico Dio ad ogni legame diretto e indiretto con ogni spirito maligno di bestemmia, lussuria, masturbazione, menzogna, odio, rabbia, rancore, invidia, mancanza di perdono, ecc.”.
Imparare a fare il discernimento dei singoli spiriti maligni per poi rinunciarvi vuol dire auto liberarsi e vivere con se stessi e con gli altri ma soprattutto con Dio in maggior comunione e benessere.
2 – Nella seconda fase bisogna confessarsi e ricevere il perdono per ogni forma di coinvolgimento in pratiche occulte. Anche andare da una cartomante è peccato, tanto è vero che molto spesso il manuale che usa la cartomante non si chiama “Manuale del cartomante” ma si chiama “Bibbia del diavolo”. Lì dentro c’è tutta la cerimonia di consacrazione delle carte a Satana, che dura quindici giorni, prima di poter essere usate. Questo rituale è stato composto da un Prete spretato del 17° secolo.
Abbiamo ora in mano abbastanza elementi per capire che l’innocente cartomante del piano di sopra, non è poi così innocente!
Il Sacramento della Confessione, l’arma più forte:
Il peccato pone gli uomini su di un terreno precario, il peccato è la base di tutti i legami satanici gravi e meno gravi, ma soprattutto il peccato è l’adesione volontaria a Satana e il rifiuto di Dio, infatti il Sacramento della Confessione è più potente di un esorcismo che è solo un sacramentale, perchè toglie dall’anima il peccato, slega da Satana e ci ottiene una liberazione e guarigione spirituale e a volte anche fisica quando alcuni mali sono prodotti dagli spiriti maligni che ci hanno colpiti per mezzo degli stessi continui peccati.
Il Sacramento della Confessione ha un grande potere sia per l’eterna salvezza dell’anima per il perdono che riceviamo da Gesù sia sotto il profilo di benessere spirituale, emozionale e fisico.
Satana è molto più consapevole degli effetti del peccato rispetto all’uomo, questo perchè le sue forze sono costantemente rivolte a sedurre e ammaliare ogni area mentale, sessuale, fisica delle persone per portarle con le loro scelte e peccati lontano da Dio e contro Dio.
Satana è odio allo stato puro, è la personificazione dell’odio più estremo, odio contro Dio e odio contro gli uomini amati da Dio, più Satana riesce a far allontanare gli uomini con i peccati da Dio e dalla salvezza più ne è soddisfatto, più la sua vendetta contro Dio si attua e per tale scopo sono in movimento e azione intorno a noi, ai nostri occhi invisibili, miliardi di demoni e anime dannate che insieme a Satana stesso ci corrompono principalmente e astutamente le facoltà psichiche fonte delle scelte individuali di peccato e il Sacramento della Confessione è l’arma principale con cui gli uomini vengono strappati e resi più forti davanti alla continua attività di Satana e delle sue demoniache gerarchie spirituali.
E’ molto importante nel Sacramento della Confessione imparare a confessare ogni singolo peccato commesso che non deve essere espresso solo sulla base dei 10 Comandamenti ma anche dei sotto peccati di comandamento in comandamento che per la loro natura ci hanno creato anche il legame e l’intrusione degli spiriti maligni che ce li hanno suscitati.
Quindi in parole povere oltre i 10 Comandamenti bisogna confessare se si è stati invidiosi, orgogliosi, superbi, se abbiamo odiato qualcuno, se abbiamo avuto pensieri di vendetta, di rabbia, se non abbiamo perdonato chi ci ha offeso o fatto del male, quindi se abbiamo avuto rancore e ogni altro tipo di comportamento a danno nostro e soprattutto altrui, perchè ogni spirito maligno ci stimola a determinati atteggiamenti di vita per poi creare non solo un singolo peccato, ma una catena di peccati che hanno sempre origine da uno o più stadi alterati del nostro vivere quotidiano da questi esseri malvagi messo a soqquadro.
Più spesso ci si confessa e più peccati e sotto peccati si dicono più ci si libera e più si guarisce.
Gruppi Carismatici di Liberazione:
Tra i gruppi Carismatici che fanno preghiere di liberazione dagli spiriti maligni e da Satana con appunto il discernimento degli spiriti, segnaliamo il gruppo “Gesù Risorto” e “Comunità Maria” presenti in molte città italiane i cui siti web sono presenti nella Home di questo sito alla voce “Gruppi di Liberazione”, questi due gruppi in particolare sono molto potenti perchè durante gli incontri di preghiera ordinano con l’autorità di Gesù Cristo e con l’effusione dello Spirito Santo che hanno ricevuto a tutte le presenze del Maligno di andarsene con ottimi risultati di liberazione.
L’altro gruppo il “Rinnovamento nello Spirito Santo” con più sedi in tutte le città italiane, fanno canti di lode e adorazione e il “Canto in Lingue” (come anche i due gruppi precedenti) avendo benefici per i partecipanti soprattutto di guarigioni e secondariamente di liberazione.
Vi consigliamo di partecipare ai loro incontri di preghiera

e di beneficiare delle loro preghiere di guarigione e liberazione!

PREGHIERE DI LIBERAZIONE

 

clip_image001[4]

Segue canto in lingue.

clip_image003

PREGHIERA DI LIBERTĂ

Padre celeste , Tu sei il mio Rifugio e la mia Roccia di salvezza. Tu hai il controllo di tutto ciò che succede nella mia vita. Io sono il tuo figlio, la tua figlia e porto il tuo Nome. Grazie, per avermi donato l’elmo della salvezza; la mia identità nel Tuo Figlio Gesù è sicura. Niente potrà mai separarmi dal tuo Amore. Grazie, perché perdoni i miei peccati e cancelli la mia colpa. Io indosso ora la tua corazza della giustizia.

Spirito Santo ricerca dentro di me e porta alla luce ogni strategia delle tenebre diretta contro di me. Io imbraccio lo scudo della fede per stare in piedi nella Parola di Dio che mi dice che: “..il Figlio di Dio è apparso per distruggere le opere del diavolo.”
(1 Giovanni 3, 8) Perciò, Padre Santo nel nome glorioso del tuo Figlio Unigenito, Gesù Cristo, per l’autorità che mi proviene dal mio Battesimo, io RINUNCIO a ogni opera del maligno, di qualsiasi origine, sia occulta, che medianica, o di stregoneria e con la fede che Tu, Padre, mi hai donato, proclamo che ogni sua opera nella mia vita sia distrutta.

Gesù, mio Signore e Salvatore, Tu hai trionfato su di lui nel deserto, sulla Croce e nel sepolcro e con la tua gloriosa Risurrezione lo hai vinto per sempre, sigillando così la sua fine e il suo destino. In Te, anch’io trionfo su di lui, con la potenza del tuo Santo Nome, davanti al quale “ogni ginocchio si pieghi nei cieli, in terra e sotto terra.” (Filippesi 2, 10). Con la potenza del tuo Nome, o Signore, io resisto e mi oppongo a tutti gli sforzi del maligno di opprimermi, affliggermi o ingannarmi e mi oppongo energicamente al suo sforzo di rubarmi la gioia ed il frutto della mia salvezza.

Con la potenza del Tuo Preziosissimo Sangue, versato per me sul Calvario, io ti chiedo di allontanare da me tutte le potenze delle tenebre che mi attaccano o che mi circondano e di ordinare loro di andarsene adesso da me, dove Tu, o Signore, vorrai, affinché non tornino mai più.

Manda su di me, o Signore Gesù, il tuo Spirito Santo, a riempire tutti gli spazi vuoti lasciati dal non amore. Amen!

 

RINUNCE BATTESIMALI E PROFESSIONE DI FEDE

* Rinuncio al peccato, per vivere nella libertà dei figli di Dio.

* Rinuncio alle seduzioni del male, per non lasciarmi dominare dal peccato.

* Rinuncio a satana, origine e causa di ogni peccato.

* Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra.

* Credo in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, che nacque da Maria Vergine, morì e fu sepolto, è risuscitato dai morti e siede alla destra del Padre.

* Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne e la vita eterna.

Il Padre del nostro Signore Gesù Cristo ci ha liberati dal peccato e ci ha fatto rinascere dall’acqua e dallo Spirito Santo, ci custodisce con la sua grazia in Cristo Gesù nostro Signore,

per la vita eterna. Amen!

clip_image003[1]

AL SIGNORE GESŬ

O Gesù Salvatore, Signore mio e Dio mio, mio Dio e mio tutto, che con il sacrificio della Croce ci hai redenti e hai sconfitto il potere di satana, ti prego di liberarmi da ogni presenza malefica e da ogni influenza del maligno.

Te lo chiedo nel tuo Nome, te lo chiedo per le tue Piaghe, te lo chiedo per il tuo Sangue, te lo chiedo per la tua Croce, te lo chiedo per l’intercessione di Maria.

Il Sangue e l’Acqua, che scaturiscono dal tuo costato scendano su di me per purificarmi, liberami, guarirmi. Amen!

clip_image003[2]

A SAN MICHELE

San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia; contro le malvagità e le insidie del diavolo sii nostro aiuto.

Ti preghiamo supplici: che il Signore lo comandi!

E tu, principe delle milizie celesti, con la potenza che ti viene da Dio, ricaccia nell’inferno Satana e gli altri spiriti maligni, che si aggirano per il mondo a perdizione delle anime. Amen!

 

PREGHIERA CONTRO IL MALEFICIO

Kyrie Eleison.Signore Dio nostro, tu che hai fatto tutto e che tutto trasformi con la tua sola volontà; tu che a Babilonia hai trasformato in rugiada la fiamma della fornace sette volte più ardente e che hai protetto i tuoi santi tre giovani; tu che sei dottore e medico delle nostre anime; tu che sei la salvezza di coloro che a te si rivolgono, ti chiediamo e ti invochiamo, vanifica, scaccia e metti in fuga ogni potenza diabolica, ogni presenza e macchinazione satanica e ogni influenza maligna e ogni maleficio o malocchio di persone malefiche e malvage, operati su noi, tuoi figli, e fai che, in cambio dell’invidia e del maleficio ne consegua abbondanza di beni, forza, successo e carità; tu, Signore, che ami le persone, stendi le tue mani possenti e le tue braccia potenti e vieni a soccorrere e visita queste persone create a tua immagine e somiglianza, mandando su noi l’Angelo della pace, forte e protettore dell’anima e del corpo, che terrà lontano e scaccerà qualunque forza malvagia, ogni veneficio e malia di persone corruttrici e invidiose; così che sotto di te, con gratitudine ti cantiamo: “Il Signore è il mio soccorritore e non avrò timore di ciò che potrà farmi l’uomo.” E ancora: “Non avrò timore del male, perché tu sei con me, tu sei il mio Dio, la mia forza, il mio Signore potente, Signore della pace, Padre dei secoli futuri.”

Sì, Signore Dio nostro, abbi compassione di noi e salvaci da ogni danno o minaccia proveniente da maleficio e proteggici, ponendoci al di sopra di ogni male, per l’intercessione della più che benedetta, gloriosa Signore, la Madre di Dio e sempre Vergine Maria, dei risplendenti Arcangeli e di tutti i tuoi santi. Amen!

clip_image003[3]

PREGHIERA PER BENEDIRE I LUOGHI DI VITA E DI LAVORO

Visita, o Padre, la nostra casa (negozio, ufficio…) e tieni lontano le insidie del nemico; vengano i santi angeli a custodirci nella pace e la tua benedizione rimanga sempre con noi.

Per Cristo, Nostro Signore. Amen!

Signore Gesù Cristo, che hai comandato ai tuoi apostoli di invocare la pace su quanti abitano le case in cui fossero entrati, santifica, ti preghiamo, questa casa per mezzo della nostra fiduciosa preghiera.

Effondi sopra di essa le tue benedizioni e l’abbondanza della pace. Giunga in essa la salvezza, come giunse alla casa di Zaccheo, quando tu vi sei entrato.

Incarica i tuoi angeli di custodirla e di cacciare via da essa ogni potere del maligno.

Te lo chiediamo per Cristo, Nostro Signore. Amenclip_image001[6]