Ricordiamo il Cardinale Martini

Un profeta di speranza:

E’ morto il Cardinale Carlo Maria Martini. Lo ricordiamo uniti nella preghiera, al di là di ogni ideologia, cultura e religione, perché questo è il mondo in cui crediamo: un mondo che sa andare oltre ogni divisione. Un mondo che Cristo ci ha insegnato a costruire.

Ho letto alcuni libri del Cardinale Martini. Ma uno, in particolare, mi ha colpito e segnato profondamente: “Conversazioni notturne a Gerusalemme”.

In questo libro, parlando dell’infelicità, del male, delle miserie umane sulla terra, il Cardinale offre una riflessione che non può fare a meno di toccare la nostra anima: “Come contribuisco io all’infelicità e come ne sono responsabile? (…) Qual è la mia parte, e come posso io cambiare la situazione? E ancora: a quale limitazione e a quale rinuncia sono disposto affinché cambi qualcosa?”.

Queste bellissime parole ci fanno capire che oggi, più che mai, c’è bisogno d’impegno e di testimonianza. Non di pregiudizi e di barriere. Non di lamenti e di rese. C’è bisogno di uno sforzo comune per rinunciare ai tanti idoli, alle catene che ci legano, alle tentazioni dell’arroganza, dell’arrivismo e dell’accumulo esagerato ed egoista di beni materiali su questa terra.

Oggi, nel giorno in cui il Cardinale Martini ci ha lasciato, proviamo a fare una piccola pausa di silenzio. Poniamoci queste domande: qual è la mia parte? Quale sforzo concreto sono disposto a fare per cambiare il mondo?
Negli ultimi anni, in vari modi, nella società in cui viviamo, si è cercato di cancellare un valore fondamentale ed immenso: la cultura dell’impegno. Senza impegno non può esistere amore e non può esistere un futuro per tutti noi.

L’amore vero si basa sullo sforzo, sul sacrificio quotidiano, sulla voglia di comprendersi, di dialogare, di uscire dal nostro piccolo guscio per abbracciarci e costruire un’umanità diversa.
Per questa ragione io vedo nel Cardinale Martini un profeta di speranza, che mi ha insegnato a credere in un mondo diverso. Un mondo che sarà il frutto di tutto ciò che noi faremo oggi, con le nostre piccole mani di esseri fragili e imperfetti.

http://www.cavalieridellaluce.net/egioiasia/2012/08/31/il-cardinale-martini-un-profeta-di-speranza/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...