Archivio mensile:settembre 2011

Padre Amorth :Gli Angeli – Invocazione ai tre Arcangeli

 Gli angeli – Padre Amorth 

Sono nostri grandi alleati, a loro dobbiamo tanto ed è un errore che se ne parli così poco.
Ognuno di noi ha il suo angelo custode, amico fedelissimo 24 ore al giorno, dal concepimento alla morte. Ci protegge incessantemente nell’anima e nel corpo; e noi, per lo più, neppure ci pensiamo.
Sappiamo che anche le nazioni hanno un loro angelo particolare e probabilmente questo avviene anche per ogni comunità, forse per la stessa famiglia, anche se di questo non abbiamo certezza.
Sappiamo però che gli angeli sono numerosissimi e desiderosi di farci del bene assai più di quanto e demoni cerchino di rovinarci.
La Scrittura ci parla spesso degli angeli per le varie missioni che il Signore affida loro.
Conosciamo il principe degli angeli, S. Michele: anche tra gli angeli c’è una gerarchia basata sull’amore e retta da quell’influsso divino “nella cui voluntate è nostra pace”, come direbbe Dante.
Conosciamo anche i nomi di altri due arcangeli: Gabriele e Raffaele. Un apocrifo aggiunge un quarto nome: Uriele.
Pure dalla Scrittura ricaviamo la suddivizione degli angeli in nove cori:  Dominazioni, Potestà, Troni, Principati, Virtù, Angeli, Arcangeli, Cherubini, Serafini.
Il credente che sa di vivere alla presenza della SS Trinità, anzi, di averla dentro di sè; sa di essere continuamente assistito da una Madre che è la stessa Madre di Dio; sa di poter contare sull’aiuto degli angeli e dei santi; come può sentirsi solo, o abbandonato, oppure oppresso dal male?

Tratto da “Un esorcista racconta” di Padre G. Amorth
Edizioni Dehoniane Bologna

 

INVOCAZIONE AI TRE ARCANGELI 

Glorioso Arcangelo Michele, principe delle milizie celesti, difen­dici contro tutti i nostri nemici visibili e invisibili e non permettere mai che cadiamo sotto la loro crudele tirannia.

San Gabriele Ar­cangelo, tu che giustamente sei chiamato la forza di Dio, poiché sei stato scelto per annunciare a Maria il mistero in cui l’Onnipo­tente doveva manifestare meravigliosamente la forza del suo brac­cio, facci conoscere i tesori racchiusi nella persona del Figlio di Dio, e sii nostro messaggero presso la sua santa Madre!

San Raf­faele Arcangelo, guida caritatevole dei viaggiatori, tu che, con la potenza divina, operi miracolose guarigioni, degnati di guidarci nel corso dei nostro pellegrinaggio terreno e suggeriscici i veri rimedi che possono guarire le nostre anime e i nostri corpi. Amen.
 «O Dio, che chiami gli angeli e gli uomini a cooperare al tuo disegno di salvezza, concedi a noi pellegrini sulla terra la protezione degli spiriti beati, che in cielo stanno davanti a te per servirti e contemplano la gloria del tuo volto».
 
Giaculatoria:
” Santi Angeli custodi preservateci da tutte le insidie del maligno “


 

Annunci

Preghiera dei Vincenziani

Signore, fammi buon amico di tutti.
Fa’ che la mia persona ispiri fiducia:
a chi soffre e si lamenta,
a chi cerca luce lontano da Te,
a chi vorrebbe cominciare e non sa come,
a chi vorrebbe confidarsi e non se ne sente capace.
Signore aiutami,
perché non passi accanto a nessuno con il volto indifferente,
con il cuore chiuso, con il passo affrettato.
Signore, aiutami ad accorgermi subito:
di quelli che mi stanno accanto,
di quelli che sono preoccupati e disorientati,
di quelli che soffrono senza mostrarlo,
di quelli che si sentono isolati senza volerlo.
Signore, dammi una sensibilità
che sappia andare incontro ai cuori.
Signore, liberami dall’egoismo,
perché Ti possa servire,
perché Ti possa amare,
perché Ti possa ascoltare
in ogni fratello
che mi fai incontrare.
[San VINCENZO DE’ PAOLI]

Messaggio del 25 settembre 2011

Messaggio del 25 settembre 2011

«Cari figli, vi invito affinché questo tempo
sia per tutti voi il tempo per testimoniare.
Voi che vivete nell’amore di Dio
e avete sperimentato i Suoi doni,
testimoniateli con le vostre parole
e con la vostra vita,
perché siano gioia
ed esortazione alla fede per gli altri.
Io sono con voi
e intercedo incessantemente presso Dio per tutti voi,
perché la vostra fede sia sempre viva,
gioiosa e nell’amore di Dio.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata».

Preghiera a Padre Pio Sacerdote

O mio caro santo Padre Pio sacerdote,
che sei stato crocefisso
con le piaghe dolorose e gloriose di Gesù, e
ti sei sacrificato ogni giorno nella Santa Messa,
come agnello di espiazione e vittima di amore ;
accettami come indegno figlio e grande devoto,
nella tua generosa paternità spirituale
e sotto la tua illuminata guida morale.
Fammi dono o caro umile padre,
della tua potente benedizione sacerdotale:
per vivere da cristiano fedele ed esemplare,
pentito dei peccati e riconciliato con Dio,
fervoroso  nella preghiera del Rosario,
fiducioso nel ricorrere agli Angeli e ai Santi,
ubbidiente al Papa e ai Vescovi della chiesa.
Voglio imitare le tue virtù di pazienza e sacrificio,
di bontà verso i fratelli e di carità peri sofferenti,
così da meritare soccorso e protezione dalla
Madonna delle Grazie, San Giuseppe, San Michele
E per ottenere dal cuore di Gesù, nel tuo nome,
le grazie che ardentemente desidero…

Amen

Novena agli Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele – dal 20 al 28 Settembre

  + Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

– O Dio, vieni a salvarmi. 
– Signore vieni presto in mio aiuto.

– Gloria al Padre…
– Credo in un solo Dio…..
– Invocazione allo Spirito Santo

+++
   San Michele, assistimi nell’ora della morte, incatena lo spirito maligno, affinchè non possa attaccarmi nè nuocere alla mia anima.
Padre nostro… Ave Maria… Gloria al Padre…

   San Gabriele, ottienimi una fede viva, una speranza ferma, un amore fervente e una grande devozione verso i santissimi sacramenti.   
Padre nostro… Ave Maria… Gloria al Padre…


 
San Raffaele, guidami sempre sul cammino della virtù e della perfezione.
Padre nostro… Ave Maria… Gloria al Padre…
   
+++

Preghiamo. Signore Dio, provvidenza infinita, proteggici per mezzo degli Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele e di tutte le virtù celesti e fà che, venerando la loro gloria a lode del tuo Santo Nome, impariamo a servirti fedelmente per partecipare, un giorno, alla gioia dei beati.

Per Cristo nostro Signore. Amen.

Dio, eccoti

Dio altro da tutto, eccoti tra i tuoi figli,
Dio inaccessibile, eccoti nella barca di Pietro,
Dio del cielo, eccoti sulla terra,
Dio eterno, eccoti assetato al pozzo!
Dio dell’universo, eccoti commosso nel profondo dell’anima,
Dio di purezza, eccoti vicino al lebbroso,
Dio onnipotente, eccoti gettato nella tomba,
Dio giudice, eccoti pronunciare parole di vita!
Dio maestro, eccoti in ginocchio davanti ai tuoi amici!
Dio d’amore, eccoti con le braccia in croce,
Dio della vita, eccoti umiliato sotto i colpi,
Dio, nostro Dio, eccoti in Gesù, nostro fratello!
(fonte non specificata)

Preghiera a Maria

  

Umile serva del Signore,
come hai formato Gesù
a tua somiglianza
forma anche me,
a immagine del tuo diletto Figlio.
Insegnami l’umiltà, la dolcezza,
la pazienza e la bontà.
Fa’ crescere in me la fede,
la speranza e la carità.
Fa’ che io sia fedele
all’alleanza del mio battesimo
e aperto al soffio dello Spirito.
Uniscimi a Gesù; che io lo segua
fino alla croce per condividere
un giorno la sua gloria!
Aiutami nella prova
e preservami dal peccato.
Che il mio cuore sia radicato
nella fiducia e nella riconoscenza.
(Henri Caldelari – Isabelle Barman, dal mensile “Dall’alba al tramonto”)