Archivio mensile:dicembre 2010

>Preghiera per il nuovo anno.

>

Per tua misericordia, Signore,
oggi inizio un nuovo anno.
Esso si aggiungerà agli altri della mia vita
 e accrescerà la mia santificazione
e la tua gloria.
Rinnovo, Signore,
 la mia conformità ai tuoi divini voleri:
donami l’aiuto della tua grazia
perché io porti frutti di buone opere.
 
Rimetto nelle tue mani la salute del corpo,
 il successo delle mie iniziative,
 la preservazione dai mali.
 
Il Tuo Sangue prezioso
mi difenda da ogni insidia del Maligno
e mi conceda di vivere nella libertà dei figli di Dio.
Amen.
Dal web

>TE DEUM DI RINGRAZIAMENTO DI FINE ANNO 2010

>

Noi ti lodiamo, Dio,
ti proclamiamo Signore.
O eterno Padre,
tutta la terra ti adora.
A te cantano gli angeli
e tutte le potenze dei cieli:
Santo, Santo, Santo
il Signore Dio dell’universo.
I cieli e la terra sono pieni
della tua gloria.
Ti acclama
il coro degli apostoli
e la candida schiera dei martiri;
le voci dei profeti si uniscono
nella tua lode;
la santa Chiesa proclama
la tua gloria,
adora il tuo unico Figlio,
e lo Spirito Santo Paraclito.
O Cristo, re della gloria,
eterno Figlio del Padre,
tu nascesti
dalla Vergine Madre
per la salvezza dell’uomo.
Vincitore della morte,
hai aperto
ai credenti
il regno dei cieli.
Tu siedi alla destra di Dio,
nella gloria del Padre.
Verrai a giudicare il mondo
alla fine dei tempi.
Soccorri i tuoi figli, Signore,
che hai redento
col tuo sangue prezioso.
Accoglici nella tua gloria
nell’assemblea dei santi.
Salva il tuo popolo, Signore,
guida e proteggi i tuoi figli.
Ogni giorno
ti benediciamo,
lodiamo il tuo nome
per sempre.
Degnati oggi, Signore,
di custodirci senza peccato.
Sia sempre con noi
la tua misericordia: in te abbiamo sperato.
Pietà di noi,
Signore,
pietà di noi.
Tu sei la nostra speranza,
non saremo confusi in eterno

>Grazie Signore…

>

Grazie Signore…
Per la vita che ci hai donato in quest’anno.
Per la fede cristiana alla quale ci hai chiamati.
Per averci comunicato la tua santa grazia.
Perché siamo cresciuti nel tuo amore.
Per le conquiste e i successi,
ma anche per le sconfitte
che ci hanno insegnato qualcosa.
Per le volte che abbiamo amato
e siamo stati amati.
Per ogni volta che abbiamo perdonato
e che siamo stati perdonati.
Per il cibo che ci doni ogni giorno…
per il vestito, la casa,la serenità e la libertà…
Per la gioia eterna che ci hai promesso.
Per tutte le persone che con il loro sacrificio,
la loro generosità,
il loro amore hanno regalato
un attimo di gioia all’umanità.
Fa’ o Signore che cominciamo il nuovo anno,
con tanto entusiasmo nei nostri cuori.
Fa’ che riusciamo a contagiare di entusiasmo
i nostri fratelli,
i nostri amici, il mondo intero.

Nella certezza che il nuovo anno,
 tutto bianco,ancora da scrivere,
tutto pronto per essere costruito;
tutto nuovo,ancora da spacchettare,
è un regalo che tu ci affidi.

Ce la metteremo tutta,
insieme ad ogni persona di buona volontà,
perché sia l’anno più bello.
Con te, Signore ce la faremo!!!

>Madonna dei Fiori

>

Madonna dei Fiori

 
Tu sei l’asilo di tuttele anime pure
e di quanti a te fanno ricorso,
 perche’ l’Autore del cielo e della terra
 ti plasmo’ senza macchia,
 cosi’ che in Te si compiacque d’abitare,
affinche’ noi Ti salutassimo come colonna di verginita’,
porta della salvezza,
dispensatrice della divina bonta’,
 vincitrice del tentatore delle anime.
Amen. Ave Maria!

>La Sacra famiglia.

>

LA DEVOZIONE ALLA SACRA FAMIGLIA

La devozione alla Sacra Famiglia è una volontà ferma, risoluta ed efficace di fare tutto ciò che piace a Gesù, Maria e Giuseppe e di fuggire ciò che possa loro dispiacere.
Essa ci porta a conoscere, amare ed onorare nel miglior modo possibile la Famiglia di Nazareth per meritarcene i favori, le grazie, le benedizioni, il patrocinio, ed è perciò la devozione per noi più effi­cace, più dolce e più tenera. 
La devozione più efficace
Chi mai in cielo e in terra è più potente della Sacra Famiglia?
 Gesù Cristo-Dio è onnipotente come il Padre. 
Maria e Giuseppe per l’altezza della loro san­tità,  godono presso il trono dell’Altissimo una potenza di intercessione infinita; e Gesù, riconoscendo in Maria sua Madre e in Giuseppe il suo custode, a tali intercessori, nulla mai nega.

Gesù, Maria e Giuseppe, padroni delle divine grazie possono aiutarci in qualsiasi bisogno, e chi li prega ottiene tanto e tocca con mano che la devozione alla Sacra Famiglia è fra le più efficaci, efficacissima.
  
ATTO DI CONSACRAZIONE A GESÙ, MARIA E GIUSEPPE
(Imprimatur + Angelo Comastri, Arcivescovo di Loreto, 15 agosto 1997)
Gesù, Maria e Giuseppe, amori miei dolcissimi, io, piccolo figlio vostro, mi consacro totalmente e per sempre a voi: a te, o Gesù, come mio adorato e unico Signore, a te, o Maria, come Madre mia Immacolata e piena di grazia, a te, o Giuseppe, come padre e custode della mia anima. Vi dono la mia volontà, la mia libertà e tutto me stesso. Voi vi siete donati tutti a me, io mi dono tutto a voi. Io non voglio più essere mio, voglio essere vostro e solo vostro.
Voglio che la mia vita sia tutta vostra, con il mio corpo e la mia anima. A voi consacro tutti i miei pensieri, i miei desi­deri, i miei affetti e vi offro il valore delle mie buone opere presenti e future.

Accettate la consacrazione che vi faccio: fate voi in me, disponete di me e di tutte le mie cose, come vi piace. Gesù, Maria e Giuseppe, datemi i vostri cuori, prendete il mio. Unitemi con voi alla Santissima Trinità. Aiutatemi ad amare sempre più la Chiesa e il Papa. lo vi amo, vi amo. Così sia.

Gesù , Giuseppe e Maria
siate la salvezza dell’anima mia.
Amen.
 

>Ho fatto visita a Gesù appena nato

>

Vengo da te in punta di piedi
Piccolino mio, ho paura di svegliarti.
È ancora notte fonda,
sono appena andati via i pastori.
La tua mamma è adagiata,
tanto stanca per il lungo viaggio
che quasi dorme e sorridendo
mi dice di farmi più vicino.
Mi chino sulla povera mangiatoia
e resto incantata a guardarti.
Giuseppe ha rimediato un po di legna,
ha acceso un fuoco li fuori
e porta dentro delle braci ardenti
per darti un po di caldo.
In un lato ci sono anche animali
che con il fiato mandano calore.
Maria ti ha avvolto nel suo mantello
e tu stai bene e ben coperto.
Vorrei farti una carezza ma non oso. 
M’incanto ad ammirarati, sei tanto bello!!
Il più bello dei figli degl’uomini.
Ti muovi un poco e ti svegli.
Apri gli occhi, mi guardi a lungo
e con lo sguardo fisso, poi mi sorridi.
Tendi le braccine verso di me,
vuoi essere preso in braccio.
Maria acconsente con un cenno.. …..io ti sollevo!.
Tengo Dio-Figlio in braccio,
tenero e delicato un piccolino appena nato.
Ti tengo dolcemente, tremo d’amore
e ho quasi paura di farti cadere.
Tu accosti a me la tua testina e ti accoccoli
poi tra mento e petto,
usi la mia gola come un nidino…. amore!
Vorrei tenerti così per sempre.
Tenerti così e non lasciarti mai.
Mi basterà una eternità per darti tutto il mio amore?
Autrice:
Graziella Raneri